Ragusa Rugby, “ritorno” con la Primavera


Dopo la sosta gli iblei affrontano la prima in classifica
Serie B, il Ragusa Rugby alla prima di ritorno contro la Primavera
Dopo la sosta di due settimane, torna il Campionato di Serie B. Per il Ragusa Rugby, sfida contro la prima della classe, ossia la Primavera Rugby Roma, domani, in trasferta, a partire dalle 15,30.”Si tratta – spiega il Team Manager, Luca Tavernese – di una delle squadre più forti, se non la più forte finora, del nostro campionato. Lo dimostrano due dati: è una squadra che non ha ancora perso una partita, e che ha chiuso il girone d’andata con quattro punti di vantaggio sull’Avezzano, che la segue in classifica. Del resto, è una formazione retrocessa dalla Serie A e che, fin dalla prima partita con noi, aveva dimostrato di voler risalire subito. E’ un impegno, sulla carta, molto ostico, ma noi veniamo da un buon periodo, e lo testimonia la vittoria casalinga, di un paio di giornate fa, contro la Partenope, ma soprattutto – prosegue Tavernese – il fatto che la sosta ci ha consentito di recuperare al meglio alcuni giocatori, molti dei quali rientravano da infortuni, e penso in particolare ad Alessandro Cappa, e quindi siamo pronti, come sempre, a fare la nostra parte. E’ chiaro che questa sfida sarà molto utile, ancora una volta, per testarci, in vista di quelle partite che saranno fondamentali per il nostro cammino in campionato”.Dello stesso avviso anche coach Adriano Nicita.
Siamo pienamente consapevoli – spiega – di affrontare una formazione molto forte, come, nel ritorno, accadrà anche con Avezzano e Paganica. Ma non siamo affatto scoraggiati, perchè durante queste ultime settimane di lavoro, abbiamo provato ad aggiungere alcuni aspetti tecnici molto importanti nel nostro game plan, che vogliamo mettere in pratica durante la sfida di domani. Abbiamo degli importanti obiettivi interni, e speriamo di raggiungerli subito nella prestazione contro la Primavera Rugby. Il focus della nostra partita verterà principalmente su questo aspetto, specie in vista delle prossime sfide, e vogliamo fare sicuramente bene”.

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su Ragusa Rugby, “ritorno” con la Primavera

Ragusa Rugby, scoglio Paganica

Gli iblei ospitano la terza del girone di Serie B
Una sfida dal sapore particolare, per il Ragusa Rugby, dopo la bella vittoria contro la Partenope. Gli iblei, infatti, ospitano, domani, Paganica, una delle big del girone di Serie B. E vogliono sfruttare, oltre al fattore campo garantito nello stadio del Rugby di via Forlanini, il grande entusiasmo che, in settimana, ha regalato l’ottima prova di domenica scorsa.
Il match è in programma alle 11,30.
“Dalle informazioni in nostro possesso – spiega il Team Manager, Luca Tavernese – si tratta di una sfida veramente ostica, perchè Paganica, nel corso delle giornate precedenti, ha dimostrato tutto il proprio valore, sia dal punto di vista tecnico che fisico. Ma i nostri ragazzi, domani, scenderanno in campo con la consapevolezza che ogni partita è una storia a parte, e va combattuta fino in fondo, nonostante qualsiasi difficoltà. E lo abbiamo dimostrato, al meglio, contro la Partenope. La Senior femminile, invece, sarà impegnata a Caltanissetta, dove speriamo possano celebrare, con nuove vittorie, la forza di un gruppo unico”.Coach Adriano Nicita, si mostra, al contempo, prudente e determinato.
“Sarà una partita ben più difficile, ovviamente, visto il valore di Paganica – spiega – ma tutti i ragazzi, compreso lo staff tecnico, hanno voglia di riconfermarsi e di mostrare quella costante crescita che abbiamo registrato nelle scorse settimane. Sono sicuro che daremo il massimo per mettere in difficoltà Paganica, e cercare di portare a casa il maggior numero di punti possibile per smuovere ulteriormente la nostra classifica, ovviamente in base a quello che riusciremo a meritarci sul campo. Ho notato una cosa importante, in questi giorni: probabilmente, ma sarà il campo ad avere l’ultima parola, abbiamo fatto quello switch mentale, su cui stiamo ancora lavorando, che serve a colmare il gap rispetto ad una categoria e ad un rugby di buon livello”.

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su Ragusa Rugby, scoglio Paganica

Il fine settimana di sport, per il Ragusa Rugby, comincia già domani. Grande giornata, all’insegna del divertimento sul campo, nello stadio di via Forlanini, per tutti i ragazzi del minirugby, dall’Under 6 all’Under 12.L’invito, è rivolto a tutte le famiglie, soprattutto chi non ha mai visto da vicino questo nostro meraviglioso sport, per conoscerlo e farlo “giocare” (nel vero senso della parola), ai propri figli, magari per la prima volta.

Vi aspettiamo!!!

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su

La prima vittoria del Ragusa Rugb


Ragusa Rugby-Partenope Rugby 22-18 (p.t. 17-13)
“In una partita giocata punto a punto, i ragazzi hanno mantenuto una concentrazione mentale invidiabile. E’ stato questo il segreto della nostra prima vittoria”.
Così il Team Manager del Ragusa Rugby, Luca Tavernese, fotografa l’impresa dei ragazzi di coach Adriano Nicita, capaci di vincere, al termine di una sfida tiratissima, la loro prima partita del campionato di Serie B, contro la Partenope Rugby.
Sfida subito ad altissimo tasso agonistico, con i ragazzi di coach Nicita che passano intorno al quarto d’ora. Ma la Partenope non sta a guardare e intorno al 30′, si riporta sotto. Il Ragusa Rugby prova ad allungare ancora, ma sono gli ospiti, a pochi minuti dal riposo, a salire in cattedra e condurre sul 13 a 10.Ed è qui che il Ragusa Rugby costruisce, con pazienza, il suo primo successo. Prima del riposo, infatti, gli iblei si riportano in vantaggio, e chiudono la frazione sul 17 a 13.Ad inizio secondo tempo, una meta al termine di un’azione manovrata porta i ragazzi di coach Nicita sul 22 a 13. Ma è una sfida dalle mille emozioni, con gli ospiti che si riportano presto sotto, sul 22 a 18.Da lì, le azioni diventano pura goduria per chi ama il rugby, con agonismo esasperato, sempre all’insegna della massima correttezza, che si protrae fino all’ultimo secondo del match. E oggi, il sorriso è dalla parte dei padroni di casa, che festeggiano con i propri tifosi, una vittoria importante, con il risultato di 22 a 18.
“Una vittoria costruita da tempo – spiega il capitano, Stefano Russo – con i ragazzi, da fine luglio, lavoriamo per ottenere quei risultati che, finora, ci erano stati sfavorevoli, nonostante il grande impegno. Oggi, finalmente, abbiamo ottenuto la prima vittoria. E, come ho detto ai ragazzi nello spogliatoio, questo è il frutto della crescita costante ed esponenziale che abbiamo avuto in questi mesi. Il solco è tracciato e dobbiamo continuare così, come oggi, quando, nonostante le mete subite, abbiamo saputo reagire prontamente e mantenerci davanti per tutta la partita”.Grande vigore in campo, massima umiltà fuori. Coach Nicita è così, e non fa eccezione nemmeno dopo la prima vittoria casalinga. “I ragazzi – spiega- sono stati impeccabili dal punto di vista mentale, hanno dato tutto, come sempre, e hanno avuto una reazione, nelle difficoltà della gara, sempre positiva. Dico di più: oggi, il punteggio è stato così combattuto, perchè noi lo abbiamo tenuto sul filo. Potevamo fare almeno altre tre mete, ed evitare altri errori nel corso della gara. D’altra parte, non posso che essere soddisfatto del lavoro svolto nelle fonti di gioco, in mischia e touche, che è stato ottimo. L’aspetto più bello, confermato anche in settimana, è che si percepisce, sempre di più, quello spirito di gruppo, quella voglia di apprendimento, di confronto e di miglioramento costante, che porta a risultati come quello di oggi. Nessuno, ad inizio stagione, avrebbe scomesso che avremmo ottenuto almeno una vittoria in un campionato difficile come quello di Serie B. Ci siamo riusciti, e, ne sono certo, in futuro questi ragazzi ci daranno altre soddisfazioni”.La differenza, nella giornata, è legata alla mentalità, come sottolineato in apertura. E’ questo, in sintesi, il pensiero del Team Manager Tavernese. “La vittoria di oggi è tutta da attribuire alla grande passione con cui i ragazzi stanno portando avanti l’intera stagione. Ci siamo tolti un peso – sottolinea Tavernese – non riuscivamo a portare punti, almeno nella prima parte del campionato, ma ora, grazie a questa vittoria, i ragazzi saranno un pò più scarichi mentalmente. I nostri avversari, peraltro, sono una gran bella squadra, molto corretta e forte, per questo la vittoria ha un valore doppio. Ma ci stiamo rendendo conto, comunque, che è bello giocare la domenica in questa categoria. Dall’inizio del campionato, lo ribadiamo in tutte le salse: permettere ai nostri ragazzi di giocare queste partite è un tesoro prezioso, in termini di esperienza e crescita. Teniamocelo stretto”.

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su La prima vittoria del Ragusa Rugb

Villa Pamphili Roma – Ragusa Rugby 64 – 12 (p.t. 31-12)

Ragusa Rugby, la linea verde paga
Sconfitta contro Villa Pamphili, ma con ottimi segnali
Villa Pamphili Roma – Ragusa Rugby 64 – 12 (p.t. 31-12)
Villa Pamphili Roma: Ricci, Coppola, Meaalofa, Pilosu, Deane, Piergentili, Giunta, Brandimarte, De Simone, Cecchini, Borraccino, Toresi, Mirabella, Marcantognini, De Filippis.A disp. Zaccaria, Venditti, Fontana, Minnozzi, Iampieri, Rocco, Gallina.
Ragusa Rugby: Dinatale I., Lucenti, Failla, Valenti, Accardi, Dinatale G., Gulino, Pignattelli, Vona T.S., Criscione, Gueye, Vona P.B., Russo, Covato, Bonomo.
A disp. Mercorillo, Puglisi, Sammito, Diallo, Cappa.
p.t.: 5’m. Lucenti (Meta, 0-5); 9’m. Ricci (Meta), Piergentili (Trasformazione, 7-5), 10’m. Vona (Meta), Dinatale (Trasformazione, 7-12); 18′ m. Deane (Meta, 12-12); 21′ m. Coppola (Meta), Piergentili (Trasformazione, 19-12); 24′ m. Marcantognini (Meta, 24-12); 38′ m. Deane (Meta), Piergentili (Trasformazione, 31-12).
s.t.: 53’m. Cecchini (Meta), Meaalofa (Trasformazione, 38-12); 58’m. Coppola (Meta), Meaalofa (Trasformazione, 45-12); 64’m. Piergentili (Meta, 50-12); 72′ m. Meaalofa (Meta e Trasformazione, 57-12); 78′ m. Coppola (Meta), Meaalofa (Trasformazione, 64-12).
Il risultato, contro una delle formazioni fuori categoria rispetto al campionato di Serie B, e tra le più accreditate al salto verso altri lidi, lascia il tempo che trova.
Il Ragusa Rugby, esce infatti dalla trasferta romana contro Villa Pamphili, con ampie note positive.I ragazzi di coach Adriano Nicita, infatti, hanno impaurito, soprattutto nella prima fase, i loro avversari di giornata, passando subito in vantaggio con una meta del giovanissimo Lucenti, grande prova al debutto in prima squadra, e reagendo subito dopo al sorpasso avversario. Per larghi tratti della prima frazione, il Ragusa Rugby sembrava poter guidare una sfida complessa contro una compagine di altissima qualità e sicuramente più strutturata per la categoria. Poi, i padroni di casa hanno ingranato la marcia, e, alla fine della prima frazione, si sono portati in netto vantaggio.A quel punto, i ragazzi di coach Nicita, hanno puntato il bonus mete, arrivando molto vicino al traguardo, svanito, come si dice in gergo sportivo, per questione di centimetri. Nell’ultima parte della seconda frazione, il Villa Pamphili ha imposto la legge del più forte, con gli iblei sconfitti ma di certo non abbattuti, soprattutto nel morale, vista la bellissima prestazione.
“I ragazzi – spiega il Team Manager del Ragusa Rugby, Luca Tavernese – sono usciti molto soddisfatti per la prestazione. Tra gli aspetti più positivi, oltre ai debutti di molti under 18, che proseguono la nostra linea di crescita costante, anche il riconoscimento, da parte del Villa Pamphili, a un gladiatore come Andrea Gulino, eletto dai nostri avversari, a fine partita, quale miglior giocatore in campo. Ora, la prossima sfida in programma, sarà a Ragusa, con la Partenope, una formazione la cui classifica non rispecchia l’effettivo valore, dimostrato, ad esempio, in questo turno, con la sconfitta di misura contro una big quale l’Avezzano Rugby. Un’altra occasione, per noi, per fare il punto sui progressi finora mostrati, e provare a ottenere i primi importanti frutti del grande lavoro svolto, anche negli allenamenti settimanali”.

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su Villa Pamphili Roma – Ragusa Rugby 64 – 12 (p.t. 31-12)

Ragusa Rugby alla prova Villa Pamphili

Inizia con una trasferta a Roma il nuovo anno del Ragusa Rugby in Serie BPrima partita dell’anno per i ragazzi di Adriano Nicita, a Roma, contro Villa Pamphili. Appuntamento in campo fissato per le 12.Una formazione, quella romana, ormai stabilmente nei quartieri alti della Serie B, con legrandi del girone.Una sfida, quindi, che per il Ragusa Rugby si annuncia ancora in salita, nell’ottica di quel percorso di crescita che resta il faro della stagione.”Non ci siamo fermati – spiega il Team Manager, Luca Tavernese – nemmeno nella pausa natalizia, continuando ad allenarci al meglio, anche se il periodo ci ha giocato, in coda, un brutto scherzo, ovvero alcune influenze di stagione che ci costringeranno, domani, a poter contate su una formazione ancora rimaneggiata. Affrontiamo questa trasferta sicuramente difficile, consapevoli di quanto abbiamo fatto e di quanto dobbiamo fare. Come abbiamo ribadito chiudendo lo scorso anno, siamo in crescita e ci stiamo adeguando al livello di un campionato complesso come quello di Serie B. Contiamo, al più presto, di ottenere quei risultati che sono nelle nostre corde e, già a partire da domani, aspetteremo con serenità il giudizio sovrano del campo”.

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su Ragusa Rugby alla prova Villa Pamphili

Il Ragusa Rugby al Memorial Maccarrone

Epifania alla Cittadella Universitaria per l’Under 8, 10 e 12 del Ragusa Rugby, per presenziare alla 25° edizione del Memorial Roberto Maccarrone, organizzato dal Cus Catania, domenica e lunedì scorsi.I giovani rugbisti in erba iblei si sono fatti onore, ricevendo diversi premi e medaglie e dimostrando, ancora una volta, l’ottimo lavoro svolto da tutto lo staff tecnico del Ragusa Rugby, in particolare, con il movimento rugbistico giovanile, per le future promesse della palla ovale iblea.

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su

“Una grande opportunità per confrontarci con realtà importanti, aprire la mente e avere nuovi strumenti e idee per crescere anche nel settore tecnico e non solo sul campo”.
Così coach Adriano Nicita presenta la partecipazione del Settore Tecnico del Ragusa Rugby all’iniziativa “Rugby Insieme”, progetto del Benetton Treviso Rugby.
Previsti una serie di corsi di formazione per lo sviluppo di competenze dedicati proprio a staff tecnici, preparatori fisici e fisioterapisti, che si sono svolti nelle scorse settimane.
Domani, la prima giornata dedicata agli allenatori, che vedrà la presenza anche del Ragusa Rugby.
“Ogni iniziativa di questo genere – prosegue coach Nicita – è finalizzata a dare sempre il massimo per la crescita umana e tecnica dei nostri atleti, e per fare crescere sempre di più la nostra grande famiglia”.

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su

Orgoglio Ragusa Rugb

La Senior Femminile torna a casa con due vittorie e una sconfitta. Il bilancio del Capitano, Alessia Blanco, al termine della giornata.
“Giocare a rugby è adrenalina, è palpitazioni.
Giocare a rugby è rabbia, sfogo, e sì, giocare a rugby è anche un po’ e soprattutto guerra.
Questa domenica in campo, si è giocato a rugby, per davvero, forse per una delle prime volte per noi, a fare la guerra.Tanta grinta e tanta sete, questa domenica è stata la dimostrazione del fatto che la voglia di farcela a volte è più forte delle possibilità che realmente poi si hanno di farcela davvero.Aggressive ma pronte a difenderci l’un l’altra, abbiamo dato tutto quello che avevamo dentro, e lì non c’è tecnica e tattica di gioco che reggono: l’approccio mentale per me fa l’80% della partita .
21-5 Ragusa – Amatori Catania
19-7 Cus Catania – Ragusa
14-7 Ragusa – Iron Ladies Palermo.
Una sola sconfitta per una meta di scarto.
Forse per la stanchezza, forse per esserci fatte prendere da qualche scorrettezza delle nostre avversarie, ma non voglio prendere nessuno di questi come pretesti a nostra discolpa: c’è ancora molto su cui lavorare, possiamo, anzi dobbiamo ancora crescere sotto diversi aspetti.Per il momento ci portiamo a casa una piccola soddisfazione, torniamo dalla trasferta più unite di prima.Ieri è stato un orgoglio giocare insieme alle mie compagne, vedere negli occhi di tutte loro la stessa grinta e percepire quelle stesse vibrazioni che sentivo allo stesso tempo dentro di me.Ho fiducia nella mia squadra e credo in loro, in noi.Ieri siamo tornate in campo, questa settimana occorreranno i sacrifici per continuare a tirare fuori il meglio di ognuna”.

Pubblicato in Articoli | Commenti disabilitati su Orgoglio Ragusa Rugb